SCEGLI COSA VISUALIZZARE

1 LICEO CLASSICO
2 LICEO MUSICALE
3 ENTRAMBI I LICEI

Scegli una delle voci sopra se vuoi visualizzare solo le informazioni specifiche del classico o del musicale

Sportello di ascolto e consulenza psicologica

Uno spazio di Ascolto, accoglienza, informazione, sostegno, orientamento, gestione e risoluzione di conflitti e problemi

PREMESSA

Lo Sportello di Ascolto e Consulenza è un servizio in cui i diversi utenti della comunità scolastica possono esprimere i loro vissuti problematici e rileggerli secondo modalità più adeguate. Parlare della propria esperienza, e renderla oggetto di riflessione condivisa, comporta infatti un distanziamento dal problema che già di per sè costituisce un fattore di “cura”.

La definizione di Sportello di Ascolto e Consulenza rende implicita la connotazione del tipo di servizio offerto a scuola: un ascolto finalizzato alla relazione d’aiuto, rispetto a situazioni di disagio scolastico e disagio giovanile. E’ importante sottolineare la valenza non terapeutica del servizio, e distinguere fra “processi di aiuto” e “processi di cura”. Ciò che la scuola può offrire come sostegno e rinforzo alla scolarizzazione dei ragazzi è appunto uno spazio di ascolto e di consulenza che favorisca gli apprendimenti e lo star bene a scuola.

 

OBIETTIVI

  • aiutare lo studente in difficoltà a focalizzare l'area del problema e a trovare possibili opzioni per il suo superamento;
  • collaborare con gli insegnanti fornendo strumenti per il sostegno specifico orientati ai reali bisogni dei ragazzi o del gruppo-classe;
  • contribuire alla facilitazione della comunicazione in ambito familiare.

 

DESTINATARI :

In senso stretto lo Sportello di Ascolto Psicologico è pensato per gli studenti.

In senso lato, tuttavia, lo Sportello si pone come punto di riferimento psicologico per la scuola nel suo insieme ed è aperto a tutti gli adulti che sentano l’esigenza di confrontarsi sulle problematiche vissute nel rapporto con i ragazzi, docenti e genitori.

 

CONTENUTI E SEGRETEZZA :

I contenuti dei colloqui sono coperti dal segreto professionale. Qualora dovessero emergere delle aree-problema su cui fosse importante intervenire da un punto di vista educativo-preventivo, la psicologa darà indicazioni alla scuola per promuovere in seguito interventi di promozione e intervento.

 

METODOLOGIA OPERATIVA

Le attività verranno svolte secondo la metodologia del colloquio psicologico, accogliendo lo studente con spirito non giudicante, indirizzandolo all’ analisi del problema e alla comprensione del suo vissuto.

Lo sportello sarà operativo due volte al mese nel pomeriggio, in modo da non interferire sulle attività didattiche. Gli orari saranno fissati in modo da poter venire incontro anche agli studenti che vivono più lontano.

Sarà fissato un calendario mensile e i ragazzi potranno prenotarsi attraverso l’insegnante coordinatore o gli studenti tutor, i quali poi lo comunicheranno alla psicologa.

I colloqui avranno una durata di 40 minuti ciascuno. Lo sportello di Ascolto non si delineerà come una percorso psicoterapeutico o una valutazione diagnostica. Per questo motivo prevederà al massimo 3-4 incontri per studente. In genere questo numero di incontri è sufficiente per focalizzare possibili soluzioni, riscoprire le proprie potenzialità nascoste, uscire dall’ impasse di alcuni momenti critici. Se nel corso degli incontri emergeranno problematiche che necessitano di uno spazio maggiore, sarà cura della psicologa indirizzare il ragazzo verso Servizi Territoriali competenti.

Per maggiori informazioni contattare la prof.ssa Treghini o scrivere direttamente alla dott.ssa Paola Belliconi all'indirizzo paola.belliconi@tin.it

TOP